Matteo Imbrò

Matteo Imbrò

Playmaker

Nato ad Agrigento il 12 febbraio 1994 (“ma sono di Porto Empedocle”, ha sempre tenuto a precisare), playmaker di 192 centimetri, incontra a 9 anni il mondo del basket. Se ne innamora, iniziando nel Basket Empedocle, e già a 13 anni, giocando ad Agrigento, raggiunge le finali nazionali Under 14 di Bormio. Passa poi al Basket Trapani, vincendo il titolo regionale Under 14 nel 2008. Nel 2009/10 passa alla Virtus Siena, dove vince lo scudetto Under 15 e Under 17. A quel punto viene ingaggiato dalla Virtus Pallacanestro Bologna, anche se resta per la stagione 2010-11 a Siena, con cui vince la Coppa Italia DNA ed è votato MVP del torneo. La stagione successiva passa agli Eagles Bologna, in DNB. Nella stagione 2012-13, approda finalmente in prima squadra alla Virtus Bologna, dove gioca subito 18 minuti di media con 4.9 punti a partita. Nell’estate 2013 vince i campionati Europei Under 20 di Tallin. Nella stagione 2013-2014 viene scelto come capitano, e a 19 anni è il più giovane “graduato” della Serie A. In tre stagioni in prima squadra ha collezionato 80 presenze nella massima serie in maglia bianconera, con 4.0 punti, 1.8 rimbalzi e 1.0 assist, restando in campo in media 15.3 minuti per gara. Nel settore giovanile ha conquistato due titoli tricolori con l’Under 19: nel 2011/2012 guidato da Marco Sanguettoli, la stagione successiva con al timone Giordano Consolini. Dopo la stagione 2014-2015, nella quale la Virtus ha raggiunto dopo anni l’obiettivo dei playoff-scudetto, ha firmato un triennale con Ferentino.In Nazionale ha disputato due Europei, con l’Under 16 e nel 2011 con l’Under 18, per poi venire convocato per la prima volta nella rappresentativa maggiore in occasione dell’All Star Game del 2012. E’ stato il quarto atleta siciliano a vestire la maglia azzurra dopo Tracuzzi, Albanese e Rundo, due dei quali (Tracuzzi e Rundo) con importanti trascorsi bianconeri, proprio come lui.