Prossima PartitaBertram Derthona Tortona vs Banco di Sardegna Sassari/28 Set 2022iten

LBF, Semifinale – Gara 2 | Virtus Segafredo Bologna – Umana Reyer Venezia: 65 – 36

Bologna, 21 aprile –

 

Virtus Segafredo Bologna-Umana Reyer Venezia: 65 – 36
(Q1 18 – 10; Q2 40 – 23; Q3 56 – 27)

VIRTUS: Sagerer 8, Pasa9, Tassinari 5, Tava, Barberis 8, Dojkic 5, Battisodo 7, Turner 10, Zandalasini 11, Cinili 2.
Coach: Gianolla

REYER: Bestagno 4, Carangelo, Thornton 6, Anderson 10, Madera 5, Carraro, Smorto, Attura 4, Penna, Ndour 7.
Coach: Mazzon

 

Gara-2 di semifinale Playoff Scudetto alla Virtus Segafredo Arena, le V Nere ospitano le Campionesse d’Italia della Reyer Venezia. Partenza lenta per entrambe le squadre, la posta in palio è alta e la tensione è palpabile.

Barberis parte in quintetto e trascina le sue compagne trovando il primo vantaggio, Cinili e Turner spadroneggiano sotto le plance prendendo rimbalzi e trovando spesso la via del canestro, Pasa penetra in maniera vincente e insacca la palla del +9 che obbliga la panchina veneziana ad interrompere il gioco (13-4). Le orogranata provano la reazione d’orgoglio con Anderson ma la difesa virtussina non lascia rientrare le avversarie dallo svantaggio, prima sirena che decreta il punteggio di 18 a 10. Le ragazze di Coach Gianolla attaccano bene e difendono ancora meglio, toccano il +12 esaltando i tifosi presenti alla Segafredo Arena, la difesa bianconera continua ad essere serrata e la Reyer prova a limare lo svantaggio soltanto cronometro fermo, Dojikc segna da tre, Zandalasini trova la giocata dalla media e di nuovo la panchina veneziana è costretta a chiamare il time out sul punteggio di 29 a 15 a 4′ dall’intervallo lungo. Altra reazione d’orgoglio di Bestagno e compagne che si infrange contro la difesa bolognese e i canestri di Pasa e Barberis, Zandalasini trova la giocata e ancora una volta Pasa sul finire di quarto parte in contropiede per la rete del + 17, squadre a riposo sul punteggio di 40 a 23. Terzo quarto che si apre con la Segafredo che impone la propria energia sulla partita e tocca il +22 ancora una volta con Pasa dopo 5′ dalla ripresa del gioco (49-27), Venezia si innervosisce e non riesce più a trovare la lucidtà necessaria per accorciare lo svantaggio, Tassinari aumenta il vantaggio grazie ai liberi e in difesa la Virtus concede appena la miseria di quattro punti, Battisodo lotta e segna il canestro del +29 dopo 30′ di gara. Venezia prova a piazzare il break interrotto da capitan Tassinari e Dojkic dalla lunetta, il pitturato bianconero torna ad essere impenetrabile e dall’arco le ospiti non riescono ad aggiustare la mira, a 5′ abbondanti dalla fine la Segafredo conduce con 26 lunghezze di vantaggio su Bestagno e compagne (60-34). La Reyer non ci crede più, la Virtus Segafredo Bologna con un’ottima prestazione corale allunga la serie portandosi a Gara – 3, dominio bianconero alla Segafredo Arena, le ragazze di Coach Gianolla si impongono con il punteggio di 65 a 36.