iten

LBA, QF Gara-2 | Virtus Segafredo Bologna vs Carpegna Prosciutto Pesaro: 70 – 51

Bologna, 17 maggio –

 

Virtus Segafredo Bologna vs Carpegna Prosciutto Pesaro: 70 – 51
(Q1 12 – 13; Q2 31 – 25; Q3 47 – 38)

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 4, Cordinier 4, Mannion 8, Belinelli 7, Pajola 4, Alibegovic 10, Hervey 6, Jaiteh 7, Hackett 6, Sampson 6, Weems 8, Teodosic ne.
Coach: Scariolo

Carpegna Prosciutto Pesaro: Mejeris 12, Moretti 4, Tambone 6, Lamb, Camara 1, Zanotti 3, Sanford 7, Demetrio 5, Delfino 2, Jones 8. 
Coach: Banchi

Arbitri: ROSSI M. – MARTOLINI A. – BORGO C.

 

Gara-2 alla Virtus Segafredo Arena, Virtus e Pesaro si reincontrano dopo 48 ore dalla sfida vinta dalla squadra di Coach Scariolo, out Shengelia, rientra nei dodici Milos Teodosic. Primi 5′ di gara equilibrati, la Segafredo prova imporre il proprio ritmo e la popria fisicità con Hackett e Weems ma la Carpegna rimane attaccata ai bianconeri (7-6), ospiti che reagiscono trovando il vantaggio con Sandford ma Alibegovic piazza il break del 5 a 0 che riporta a -1 i bianconeri alla prima sirena, 12 a 13. Ora è la Carpegna che prova a scappare ma Belinelli trova la tripla e ferma tutto (17-17), poco dopo è sempre il capitano, seguito da Tessitori, a trovare nuovamente il vantaggio che obbliga la panchina marchigiana ad interrompere il gioco, la difesa virtussina non lascia troppo spazio di manovra, Sandford e Lamb sbagliano mentre Hervey e Tessitori costruiscono il parziale che vale il +6 a di 4′ dall’intervallo lungo (24-18). Partita che vive di fiammate, Pesaro si riporta a -3 quando scatta l’ultimo minuto di gioco, Weems però trova la tripla ed è l’ultimo canestro del primo tempo, la seconda sirena suona sul punteggio di 31 a 25. Secondo tempo che inizia con Hervey e Jaiteh che sotto le plance creano non pochi problemi alla difesa avversaria, Hackett mette la tripla e la Virtus si prota sul +11 dopo 3′ dalla ripresa del gioco (40-29), il lungo francese allunga il vantaggio fintando alla grande e rubando il tempo a Jones, panchina della Carpegna costretta a chiamare il time out prima che sia troppo tardi, la reazione non si fa attendere ma Weems esce dai blocchi, trova la tripla e riporta a +10 i suoi compagni di squadra. La partita si innervosisce, Jones lascia il parquet di gioco dopo aver commesso in maniera ingenua il quinto fallo, Sampson stoppa Camara e si entra così nell’ultimo minuto, Tambone segna dalla media e dopo 30′ il punteggio è di 47 a 38. Ultimo quarto che si apre con Pajola che dalla lunetta fa 2/2, Sampson trova prima la schiacciata vincente e poi raccoglie il rimbalzo che vale il +16 per la Segafredo, la VL accusa il colpo, non riesce più a penetrare in maniera decisa nel pitturato e da fuori la mira è piuttosto latitante, d’altra parte Bologna rimane concentrata, si affida ad Alibegovic che chiude il gioco da tre, Mannion segna dall’arco e la squadra di Coach Scariolo ipoteca Gara-2 con 3′ abbonadanti in anticipo toccando il +20 (64-44). La gara si tinge ormai di bianconero, Cordinier trova giocate e punti che distruggono definitivamente le ultime speranze di rimonta avversarie e la Virtus trionfa anche in Gara-2 con il punteggio di  70 – 51