iten

LBA, Finale Gara-4 | A|X Armani Exchange Milano vs Virtus Segafredo Bologna: 77 – 62

Milano, 14 giugno –

 

A|X Armani Exchange Milano vs Virtus Segafredo Bologna: 77 – 62
(Q1 16 – 24; Q2 40 – 34; Q3 55 – 55)

A|X Armani Exchange Milano: Melli 5, Grant 11, Rodriguez 3, Ricci , Biligha 2, Hall 10, Baldasso , Shields 11, Alviti , Hines 6, Bentil 7, Datome.
Coach: Messina

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2, Cordinier 2, Mannion ne, Belinelli 2, Pajola, Alibegovic ne, Jaiteh 12, Shengelia 21, Hackett 3, Sampson 8, Weems 4, Teodosic 8. 
Coach: Scariolo

ARBITRI: RYZHYK B. – ROSSI M. – BALDINI L.

 

Sempre a Milano va in scena Gara-4 di finale Scudetto, conduce Milano 2 a 1 dopo la vittoria di domenica scorsa con il punteggio di 94 a 82. Inizio di gara in equilibrio, la Virtus risponde subito presente ai tentativi dei padroni di casa di portarsi in vantaggio, Jaiteh e Weems trovano i primi punti della sfida, Belinelli e ancora il lungo francese accorciano lo svantaggio e Shengelia trova il primo vantaggio dopo 5′ dalla palla a due (9-10). L’ala georgiana penetra ancora in maniera vincente, tripla di Teodosic subentrato a Belinelli che trova la risposta da tre di Grant che riporta sul -1 l’Olimpia (14-15), il play serbo trova ancora la soluzione dall’arco e Shengelia allunga a +4 il vantaggio bianconero quando si entra nell’ultimo minuto. 2/2 di Sampson e l’appoggio all’ultimo secondo vincente di Weems chiudono i primi 10′ di gioco sul punteggio di 16 a 24. Partenza aggressiva dell’Armani che piazza subito il break del 4 a 0, Sampson prova a fermare le incursioni avversarie prima che Melli e Shields, con il gioco da tre punti, riportino a -1 i biancorossi (25-26), Bentil completa il sorpasso sempre ma sbaglia il libero bonus concesso dalla terna arbitrale, sifda combattuta ed ancora in equilibrio a 4′ abbondanti dalla seconda sirena (32-30), Sampson sfrutta l’assist di Teodosic e schiaccia ma una incomprensione in area virtussina fa si che Bentil dalla lunetta allunghi a +4 il vantaggio (36-32.). Il vero protagonista nella prima frazione di gioco è Shengelia tra le fila virtussine che non lascia scappare i propri avversari, penetra, subisce il fallo e fa 2/2, la squadra di Coach Messina trova però l’allungo nel finale e le squadre rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 40 a 34. Il 5 a 0 di parziale dei padroni di casa consegna il +11 a  Melli e compagni, Shengelia prova a fermare tutto girandosi bene nel pitturato avversario e trovando così i primi punti del terzo quarto, tap-in vincente di Jaiteh che trova la risposta immediata di Bentil, tripla di Shengelia che vale il -6 e la partita si riaccende subito (47-41). Teodosic ruba palla a Rodriguez e trova nel centro francese un terminale sicuro per accorciare lo svantaggio, appoggio vincente di Hall e altra risposta di Jaiteh e Cordinier che permette alla Virtus di rimanere incollata all’Olimpia a meno di 4′ alla terza sirena (49-47). I padroni di casa provano a fermare le incursioni bianconere senza però riuscirsi perchè le V Nere trovano il pareggio a 1′ e 27” dalla fine (51-51), Melli fa 1/2, Shields trova la tripla, giro di liberi in lunetta per entrambe le squadre, la partita si accende e nell’ultimo minuto praticamanete non si gioca più, terza sirena che suona sul punteggio di 55 a 55. Squadre che rimangono punto a punto, nessuna delle due riesce ad avere il sopravvento sull’altra, Shields prova ad allungare a sei le lunghezze di distanza quando mancano ancora 7′ al termine (63-57), la Segafredo non riesce a fermare le incursioni avversarie, sfrutta i contropiedi e si porta sul +12 (69-57), gli attacchi dei padroni di casa continuano senza sosta, mentre la circolazione di palla dei virtussini è poco pulita e non permette conclusioni facili, si allunga il distacco a 3′ abbondanti dalla quarta e ultima sirena (71-57). Non c’è più tempo, il Forum esulta, anche Gara-4 è di MIlano, Virtus che esce sconfitta con il punteggio di 77 a 62.