Prossima PartitaBertram Derthona Tortona vs Banco di Sardegna Sassari/28 Set 2022iten

LBA, Finale Gara-2 | VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA vs A|X ARMANI EXCHANGE MILANO 75-68

Bologna, 10 giugno –

 

Virtus Segafredo Bologna vs A|X Armani Exchange Milano 75-68
(Q1 17 – 23; Q2 38 – 38; Q3 55 – 54)

Virtus Segafredo Bologna: Tessiitori, Cordinier, Mannion 2, Belinelli 10, Pajola 7, Alibegovic 4, Jaiteh 11, Shengelia 22, Hackett 5, Sampson 2, Weems 9, Teodosic 3.
Coach: Scariolo

A|X Armani Exchange Milano: Melli 5, Grant 3, Rodriguez 10, Ricci 1, Biligha 4, Hall 16, Baldasso, Shields 15, Alviti, Hines, Bentil 3, Datome 11. 
Coach: Messina

Arbitri: PATERNICO’ C. – ROSSI M. – GIOVANNETTI G.

 

Gara-2 di Finale Scudetto, sempre alla Virtus Segafredo Arena va in scena la seconda sfida della serie tra Virtus ed Olimpia. Si parte dalla vittoria menegehina di mercoledì per 62 a 66. Gara combattuta fin dalle prime battute, Milano riesce a portarsi in vantaggio complice anche qualchè difficoltà delle V Nere dall’arco, Bentil dalla lunetta fa 1/2 portando così sul +6 gli ospiti (4-10), Rodriguez allunga da tre mentre Hackett è costretto a lasciare momentaneamente il parquet di gioco. Jaiteh piazza il break del 4 a 0 permettendo alla Segafredo di recuperare lo svantaggio, Weems segna dalla media il canestro che vale un solo possesso di distanza tra le due squadre a meno di 4′ dalla prima sirena (10-13), Pajola e Weems ridcuono ulteriormente lo svantaggio, la Virtus difende e l’Olimpia muove il punteggio solo a cronometro fermo, Hall chiude il gioco da tre punti  e Mannion proprio sulla sirena riporta a -6 i suoi compagni, 17 a 23 Armani. Il duo Shengelia-Sampson parte bene, riporta a -2 Bologna e costringe Coach Messina al time out, la sfida si accende, tripla di Belinelli che trova la risposta di Grant, sempre il capitano dalla lunetta fa 2/2 che vale il pareggio (26-26), botta e risposta tra le due squadre che non riescono ad avere il sopravvento l’una sull’altra, quando mancano meno di 5′ all’intervallo lungo il tabellone recita 29 a 29. Gli animi si accendono in campo, Teodosic mette tutti d’accordo trovando la bomba del pareggio che manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 38 a 38. Le aree si chiudono, si lotta su ogni possesso e su ogni rimbalzo senza esclusioni di colpi, la Segafredo prova a mettere un piccolo vantaggio con il lungo georgiano, Shields prova a rispondere ma ancora una volta Shengelia seguito da Weems mantengono il vantaggio di cinque lunghezze (51-46) a 3′ abbondanti dalla fine; Hackett allunga ulteriormente, Melli e Biligha provano a stoppare l’inerzia bianconeri dalla lunetta, Melli segna sotto le plance riportando a -2 i suoi compagni quando inizia l’ultimo minuto del terzo quarto. Alibegovic mette entrambi i liberi , Hall risponde da tre e il terzo quarto vede la Virtus in vantaggio con il punteggio di 55 a 54. Alibegovic continua a produrre punti a cronometro fermo, così come Pajola che porta sul +5 i bianconeri (59-54), Belinelli risponde a Melli, Shields trova la tripla ma Pajola ancora una volta ai liberi mantiene il vantaggio a meno di 5′ dal termine (62-59). Si segna poco, molto poco dal campo, Datome trova la tripla, ma Jaiteh con una finta riesce a superare il proprio diretto marcatore e ad infilare il +5 (66-61), in campo è una battaglia, e la Virtus vuole provare a vincerla, Jaiteh intercetta il passaggio in area e Shengelia completa il lavoro appoggiando al ferro il +8  ad 1′ e 38” dalla quarta e utima sirena (71 – 63). Tripla di Rodriguez, risposta di Shengelia che consegna virtualmente Gara-2 alla squadra di Coach Scariolo, non c’è più tempo, vince la Segafredo che riporta in parità la serie.