iten

Il focus sui nostri avversari

Bologna, 07 gennaio –

 

Tre mesi fa era stata la Virtus ad imporsi al Pala Lazzeri, 44-56, contro Usa Scotti Rosa Empoli. Dojkic e Zandalasini a trascinare le compagne con una prova di assoluto livello: quella squadra era orfani di Cinili e Turner, ancora in WNBA, ma riuscì ad imporsi con un secondo parziale martellante da 8-17 che ha indirizzato la partita.

Ad un girone di distanza, sono le ragazze di coach Lardo ad accogliere coach Cioni e la sua squadra alla Segafredo Arena. Bocchetti come top scorer (12.7 punti per lei) insidiata dalla nuova arrivata americana Jeune Aliyah prodotto di Life Center Academy che si è presentata ad Empoli inanellando prestazioni da 13 punti di media. Ancora in ombra, ma sempre da temere, Narviciute: l’ala lituana sin qui ha accumulato solo 2.9 punti nei 16 minuti a patita e diverse partenze in quintetto, nonostante l’esperienza di cui può fregiarsi. Meglio hanno fatto Williams (9.8) e Rembiszewska (9.0) ma che non hanno impedito alla Scotti Rosa di occupare l’ultima casella del campionato.
Infatti, gli appena 57,3 punti realizzati a partita, tredicesimo posto in classifica, non permettono di bilanciare i 71,5 concessi in difesa che quindi condannano le toscane ad essere fanalino di coda. Anche le basse percentuali da tre (25% e terzultimo posto in classifica) dimostrano ancora una volta le difficoltà che ha questa squadra nel trovare la via del canestro nonostante l’arrivo di Jeune capace di segnarne anche 26 nella sconfitta contro Schio.