iten

7Days EuroCup, Quarti di finale | Virtus Segafredo Bologna vs Ratiopharm Ulm: 83 – 77

Bologna, 26 aprile –

 

Virtus Segafredo Bologna vs Ratiopharm Ulm: 83 – 77
(Q1 25 – 17; Q2 43 – 45; Q3 67 – 62)

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori ne, Cordinier 8, Mannion, Belinelli 4, Pajola 5, Hervey 4, Jaiteh 27, Shengelia 9, Hackett 7, Sampson 8, Weems 4, Teodosic 7. 
Coach: Scariolo

Ratiopharm Ulm: Christon 15, Blossomgame 22, Guenther, Thornwell 8, Philipps 2, Bretzel 11, Klepeisz 14, Krimmer ne, Diallo 2, Jallow 1, Zugic 2.
Coach: Lakovic

Arbitri: ANGEL MIGUEL PEREZ, MILOS KOLJENSIC, EDUARD UDYANSKYY.

 

Quarti di finale in un Paladozza da tutto esaurito per la Virtus Segafredo Bologna che ospita i tedeschi del Ratiopharm Ulm. Out Alibegovic per una distorsione alla caviglia, la gara è equilibrata, il clima è caldo e la Segafredo prova subito a portarsi in vantaggio dopo 5′ dalla palla a due con Shengelia e Hackett (12-9), i tedeschi provano a tornare a contatto ma Jaiteh dalla lunetta e Teodosic, che chiude il gioco da tre punti, portano a Virtus Bologna sul +6, a meno di 3′ dalla fine della prima sirena. Sampson lotta sotto le plance e segna, ma pochi istanti dopo commette antisportivo e Ulm ne approffitta per piazzare il mini break, risposta di Cordinier ed Hervey per il contro break e la Segafredo chiude il primo quarto sul punteggio di 25 a 17. Partenza di secondo quarto con il freno a mano tirato per entrambe le squadre, la formazione di Coach Lakovic prova però a ridurre lo svantaggio, si porta sul -4 ed obbliga la panchina bianconera ad interrompere il gioco dopo 3′ dalla ripresa del gioco (27-23). La V Nera ora soffre in difesa e Ulm ne approffitta per punirla dall’arco, Jaiteh si carica la squadra sulle spalle ma il Ratiopharm Ulm non si lascia impressionare e spedisce i bianconeri a -4 (36 – 40). Ottima risposta della Segafredo che spinta dal proprio pubblico ritrova il pareggio prima che sulla sirena Ulm segni dalla media il canestro del +2, 43 a 45 quando le squadre rientrano negli spogliatoi. Inizio di terzo quarto di grande energia per la squadra di Coach Scariolo che lotta su ogni rimbalzo e in attacco è quasi incontenibile, 9 a 4 di parziale che vale il +3 dopo 4′ abbondanti dalla ripresa del gioco (52 a 49), gara che vive di fiammate, nessuna delle due contendenti riesce a prendere il sopravvento sull’altra, ci provano i tedeschi a portarsi sul +5 sfruttando i liberi a disposizione (56-61), Sampson e Cordinier costruiscono il canestro della sperata rimonta, poco dopo è ancora Sampson, vero trascinatore del terzo quarto, a riportare in vantaggio la Segafredo prima che Hackett metta proprio sulla sirena il canestro che chiude i 30′ di gioco sul parziale di 67 a 62. Cordinier pare non risentire di nulla, ha l’argento vivo addosso e penetra per due volta in maniera vincente nel pitturato avversario, ma Ulm reagisce e dall’arco trovando la forza di riportarsi in vantaggio (71-72), assist di Teodosic per Jaiteh che appoggia il controsorpasso a meno di 5′ dalla fine di questo quarto di finale. Si segna poco, la gara è tesa e ogni possesso acquista importanza e valore, si vive di testa a testa con la Ratiopharm che prima si porta sul +4 e poi viene ripresa dal duo serbo-francese bianconero, 77 a pari a meno di 3′ dalla fine. Stoppata di Weems che trova il ruggito del Paladozza, ripartenza successiva fermata irregolarmente dalla difesa bavarese che si conclude con il canestro vincente di Jaiteh. Hackett mette i liberi che decretano il trionfo della Virtus Segafredo e l’accesso alla semifinale.