Simone Fontecchio

Simone Fontecchio

Ala

Predestinato. E’ la parola migliore per raccontare un atleta come Simone Fontecchio, pescarese, classe 1995, ultimo frutto di una “stirpe” sportiva che parte da nonno Vittorio, cestista della Stella Azzurra, passa da papà Daniele, dieci volte tricolore nei 110 ostacoli e medaglia d’argento agli Europei indoor di atletica del 1986, da mamma Amalia “Mali” Pomilio, due scudetti del basket femminile a Vicenza e 120 gettoni di presenza in azzurro, per finire (prima di lui) col fratello Luca, anche lui cresciuto in casa Virtus con cui ha vinto due titoli giovanili.
Simone è arrivato addirittura a quota tre, perché nella stagione 2011-2012 si divideva tra formazione Under 17 e Under 19, entrambe campioni d’Italia, aggiungendo poi il titolo Under 19 del 2012-2013. Nella stessa stagione ha debuttato in Serie A, contro l’Angelico Biella. Tra i givani più promettenti del panorama cestistico nazionale, già nel 2011 ha partecipato al ‘Jordan Classic’ a Londra, unico italiano invitato. E’ stato anche uno dei protagonisti del torneo di Mannheim del 2012 e degli Europei Under 16 e 18, che si sono disputati nell’estate del 2012. Nel 2013, avendo anche l’oportunità di trasferirsi negli Usa per studiare e giocare a basket a livello di college, ha scelto di rinnovare con la Virtus con un contratto quinquennale.
Quando si parla di modelli, Simone non ha dubbi: “Danilo Gallinari, che è avanti a me anni luce… Ovviamente sarebbe un sogno diventare come lui: è uno dei miei giocatori preferiti, ma anche se non lo fosse… lo dovrei dire perché il padre è il mio agente, quindi devo ammirarlo ancora di più. Per me anche Alessandro Gentile è un punto di riferimento nel mio ruolo, come lo sono Pietro Aradori e Marco Belinelli».
Dopo 106 presenze in maglia Virtus, nella stagione 2016-2017 si è trasferito all’Olimpia Milano.

SIMONE FONTECCHIO è nato a Pescara il 9 dicembre 1995. Ala di due metri, figlio d’arte, cresciuto nelle giovanili della Virtus, con cui ha vinto tre scudetti di categoria, ha debuttato in prima squadra nella stagione 2012-2013, raggiungendo i playoff nel 2014-2015. In Nazionale ha debuttato il 13 aprile 2014 in occasione dell’All Star Game di Ancona. E’ stato eletto miglior Under 22 della Serie A nella stagione 2014-2015.

1.