Massimiliano Romboli

Massimiliano Romboli

Playmaker

Il ragazzo, bolognese, classe 1971, si innamora presto della pallacanestro, e finisce nel posto che gli segnerà il destino di giocatore: la palestra Porelli, dove cresce nel settore giovanile bianconero fino ad approdare alla prima squadra. Ci arriva nella stagione 1988-1989, e il 12 marzo dell’89 debutta in Serie A con la canotta della Knorr, contro l’Hitachi Venezia. Resterà l’unica presenza di quell’anno, ma già nella stagione successiva sale a 16 gettoni e anche il suo nome resta scolpito in un’annata nella quale la Virtus metterà in bacheca il primo trofeo continentale della V nera, la Coppa delle Coppe, oltre alla Coppa Italia.
Quattro stagioni alla Knorr, con un totale di 62 presenze e 208 punti, poi l’inizio di un viaggio professionale che lo porterà a Rimini per sei lunghe stagioni (tra cui il 1996-1997, anno del ritorno in Serie A), poi a Cantù nel 1997-1998, quindi per altri cinque anni all’Andrea Costa Imola, dove disputerà tre campionati in massima serie e due in Legadue.
Nel 2004 scende in B1, alla Stamura Ancona, tornando a indossare la canotta della Virtus in alcune partite amichevoli. Poi un anno di B2 a Castelnovo di Sotto e altri due alla società nata dalla fusione tra Faenza e Castrocaro. Torna a Imola dal 2008, vestendo i colori della Vis prima in C regionale, poi in C Dilettanti. Le ultime recite le fa ancora in romagna, in C regionale alla Pallacanestro Titano (promossa in DNC) e ne La Posada, in un campionato amatoriale riminese.