Unipol Banca Weekly – Numero 26

UB FOCUS

DORALINDA D’AURIA: “FAR PARTE
DI QUESTA FAMIGLIA È IL MASSIMO”

Le porte del Minibasket di Virtus Unipol Banca, per Doralinda D’Auria, si sono aperte come per incanto sul finire dell’estate scorsa, proprio al termine dei camp estivi per i quali era stata chiamata a gestire l’accoglienza per i piccoli ospiti della Porelli e poi del CSB. Niente di meglio, per una ragazza cresciuta con la pallacanestro nel cuore, da praticante convinta.

“La passione me l’ha trasmessa mio zio, Maurizio Palermo, che è arrivato a giocare anche in Serie A. Partendo da Ortona, la mia piccola città, io sono arrivata fino alla Serie B, giocando a casa mia, in Abruzzo, prima a Pescara e poi a Chieti. Papà, che non sapeva granché della materia, seguendo me si è fatto coinvolgere al punto da diventare presidente della Intrepida Basket di Ortona, la società della mia città. Sono a Bologna da cinque anni, e anche qui ho giocato in B con la BSL, fino a quando una spalla lussata non mi ha fatto decidere di chiudere con il basket giocato”.

D’altra parte, c’era da affrontare un percorso di studio che ti ha portata a Bologna nel 2014.

“Qui ho frequentato la Facoltà di Giurisprudenza, completando il percorso triennale per la formazione di consulenti del lavoro. Ora sto studiando per la specialistica in Economia e Diritto per le Imprese, a Reggio Emilia”.

Un impegno importante, anche in termini chilometrici. Ma la chiamata della Virtus era troppo ghiotta per farsela sfuggire.

“Già avevo preso la palla al balzo quando ho ricevuto la telefonata di Davide D’Atri per i camp estivi. Finiti quelli, al Minibasket serviva una figura che facesse da intermediario tra società e genitori, e che fosse di aiuto a Davide, Responsabile Minibasket, nella parte organizzativa dello stesso. Io ho capito che l’occasione era di quelle che ti si presentano una volta nella vita, ho avuto anche la possibilità di lavorare part-time, il che mi permette di non perdere il ritmo degli studi, e alla fine ho trovato una famiglia di gente giovane e preparata, pronta ad accogliermi nel gruppo”.

Stare a contatto con i bambini non è una novità, per te.

“Con loro ho sempre avuto un grande rapporto, in Abruzzo collaboravo con l’oratorio salesiano, ho idea di ciò che si deve o non si deve fare. I bambini qui al CSB hanno un grande senso di appartenenza: indossare la maglia, con la V nera sul petto, per loro è davvero il massimo. Ci credono profondamente”.

In piena sintonia con Davide D’Atri ed il suo staff, qual è, secondo te, il punto sulla situazione del minibasket bianconero.

“Sono cresciuti numeri e motivazioni: quando il loro percorso è gratificante, i ragazzini e le famiglie si passano la parola. Qui vengono seguiti, lo sanno loro e lo sanno anche i genitori. Vogliamo ancora fare dei passi in avanti, coniugando ad una crescita numerica un’alta qualità organizzativa. Abbiamo un grande riscontro in entusiasmo e interesse, e la sicurezza sono le persone che stanno facendo un grande lavoro per arrivare a questo”.

Il resto è Virtus. Cioè la possibilità, grazie a quel primo contatto per i camp estivi, poi trasformatosi in un rapporto solido, di entrare in un mondo che visto da fuori trasmette passione, competenza e tanta storia da raccontare. Visto da dentro, invece?

“E’ la trasformazione dei sogni in realtà. Seguo il grande basket da sempre, sapevo cosa fosse la Virtus ed entrarci mi ha inorgoglito. A livello di società e di staff ti dà sempre quel quid in più, trasmette un’immagine di serietà, di progettazione, di certezza in ciò che si fa. È bellissimo essere entrata a far parte di questa organizzazione, essere una di quelli che lavorano dietro le quinte e gioiscono di ogni risultato ottenuto da piccoli e grandi giocatori. I bambini, poi, sono fantastici. Sanno emozionarsi e trasmettono emozioni. Personalmente, questo mi dà carica. E pensando che sono alla Virtus, mi emoziono proprio come loro”.

 

 

@@@

 

Al via i primi tornei pasquali per l’Unipol Banca

 

Ultimo weekend di gioco prima della pausa pasquale ed i relativi tornei. L’Under 16 cade in casa contro la capolista Petrarca Padova dopo una partita decisa negli ultimi secondi. Chiudono invece le rispettive fasi con una vittoria il gruppo Under 14 ed Under 15. Il gruppo 2006 conquista la prima vittoria nei playoff per il titolo Under 13 contro la Pallacanestro Vignola.

Under 16 – Esordio positivo al trofeo “Castello Estense”
Unipol Banca Virtus Bologna – CUS Bari 86-73 (16-18, 43-44, 66-60)

Virtus Bologna: Carta, Grotti 18, Colombo 5, Scagliarini 9, Minelli, Tabellini, Ferdeghini 11, Nicoli 3, Ruffini 11, Salsini 17, Mazzoli, Furin 12. All. Nieddu.

Bari: Cane 4, Lupo 15, Pugliese 2, Ranelli 2, Visiglio 3, Cannarella 9, Macchia 5, Ianzano 18, Olivieri 7, Liace 3, Zicari 5. All. Serrano 

Under 15 – L’Unipol Banca chiude la fase ad orologio con una vittoria
Unipol Banca Virtus Bologna – Crabs Rimini 89-74 (28-26, 53-48, 70-68)

Virtus Bologna: Cardin 20, Cassanelli 7, Penna 7, Malaguti 6, Collina, Franceschi 8, Cattani 17, Nobili 4, Barbato 12, Venturi 4, Martini 2, Bianchini 2. All. Consolini

Crabs: Stefanov 7, Tombetti 8, Stella, Romani 2, Purboo 19, Tengue 4, Zaccaria, Sovera, Baldisserri 10, Baietta, James 25, Abati. All. Montanari

Under 14 – L’Unipol Banca chiude la fase a gironi con una vittoria
Assigeco Piacenza – Unipol Banca Virtus Bologna 93-107 (19-28; 53-55; 72-80)

Piacenza: Impesi 25, Pisano 4, Zanangeli 2, Sartori 3, Silva, Felici 2, Bisagni 9, Gandolfini, Rossi 1, Bisagni A. 34, Achibane 9, Molinaroli 4.All. Pedroni

Virtus Bologna: Cappellotto 8, Ciobanu 22, Orsi 2, Biagioli 2, Francesconi 17, Pilutti, Kindt 11, Pappolla 1, Pesci 8, Landi 11, Gambini 3, Ceredi 22. All.D’Atri

Under 13 – L’Unipol Banca vince il derby U14
SG Fortitudo – Unipol Banca Virtus Bologna 65-70 ( 21-14, 30-37, 46-56 )

Fortitudo: Natalini 16, Frascari, Savino 3, Fini 11, Palmonari, Fazio 5, Pulito 9, Lenzi 6, Bernardi, Zagnoni 17, Corradini, Bellini 1. All. Lolli.

Virtus Bologna: Bylyku 18, Biagi, Focci, Paolucci, Lelli Ricci 10, Boggian 10, Penta 4, Galvan 3, Fiorentini 18, Ranieri 7, Braccio, Soli. All. Largo.

Under 13 – L’Unipol Banca vince l’andata degli ottavi di finale
Scuola Pallacanestro Vignola – Unipol Banca Virtus Bologna 48-75 (15-22; 25-43; 33-60)

Vignola: Roli, Santagata 14, Uruci 2, Bedeschi, Quadrelli, Trentini 5, Cantone 5, Botturi 1, Cavani 5, Bussoli 16, Gasiani, Meka. All. Di Berardo

Virtus Bologna: Focci 8, Giannone 6, Trasforini, Boggian 8, Bylyku 16, Soli, Ranieri 10, Fiorentini 17, Tugnoli, Menini, Paolucci, Berlati 10. All. Largo

Aquilotti 2008 – L’Unipol Banca conquista il derby
Unipol Banca Virtus Bologna – SG Fortitudo 18 – 6

Sono scesi in campo in maglia Unipol Banca Virtus Bologna: Benassi; Cevolani; Dal Pane; Del Gobbo; Dovesi; Mangano; Monico; Palai; Panucci; Pozzetti; Santoli A.; Zagnoni . Istr. Moro     

Aquilotti 2009 – Unipol Banca vincente contro Granarolo
Unipol Banca Virtus Bologna – Basket Village 18-6

Sono scesi in campo in maglia Unipol Banca Virtus Bologna: Albarano, Bacchi Reggiani, Bianchi, Dovesi, Gruppioni, Lewis, Legnani, Lipparini, Pesci, Ruggeri, Santoli. Istr. D’Atri

Scoiattoli 2010 – Ultimo concentramento per l’Unipol Banca
Sono scesi in maglia Unipol Banca Virtus Bologna:Brunetti, Calanchi, Cusano, Gbadamassi, Masetti, Negrini, Pometti, Sanmartini, Spagnoletti, Viola, Zanasi. Istr: Raspanti, Matteuzzi


Le partite della settimana:

Under 18: JIT 2019 – 19 – 22 Aprile, Lissone;

Under 16: Torneo Castello Estense – 18- 20 Aprile, Ferrara;

Under 15: Novipiù Cup – 17- 20 Aprile, Casale Monferrato – Borgomanero – Moncalieri;

         Daimiloptu, 24 – 28 Aprile, Bologna;

Under 14: Torneo “Città di Mantova”, 25 Aprile, Mantova;

Under 13: Torneo “Città di Ferrara”, 22 – 25 Aprile, Ferrara;

              

Esordienti: Torneo “Città di Collegno”, 25 – 27 Aprile, Collegno;