Sacripanti: “Sarà una sfida di ottanta minuti, giochiamoci il primo tempo”

La Virtus Segafredo è partita dal Marconi, direzione Parigi, da dove in serata si trasferirà in pullman a Le Mans. Domani, all’Antares Arena della cittadina francese, scenderà in campo alle 20.30 per la partita d’andata degli ottavi di finale di Basketball Champions League. Contro la squadra di coach Eric Bartecheky, che si è da poco rafforzata con l’arrivo di Kendrick Ray, fratello minore di Allan, che vestì i colori della V nera nella stagione del ritorno ai playoff, 2014-2015. E in quella successiva, con molta meno fortuna. Pino Sacripanti porta con sé anche Mario Chalmers, e si prepara ad una sfida che non si chiuderà domani sera dopo quaranta minuti.

“Dobbiamo ragionare di una partita da ottanta minuti, quindi è molto importante fare la miglior gara possibile a Le Mans, ma soprattutto controllare il punteggio sia in caso positivo che negativo. Poi ci sarà un’altra gara, ci saranno altri quaranta minuti da giocare a Bologna. Dopo aver fatto le coppe per tanti anni, penso si debba cercare la vittoria, sapendo che si tratta solo del primo tempo”.

“Le Mans è una squadra molto interessante, che si è rafforzata con Kendrick Ray, ed è coperta in tutti i ruoli. Ha fatto una bellissima figura contro Avellino, e cercheremo di continuare con questo miglioramento difensivo, che abbiamo già mostrato contro Venezia. Credo che la chiave per poter ottenere un buon risultato sia una attenta gestione del ritmo”.