Prossima PartitaSegafredo Virtus Bologna vs Openjobmetis Varese/19 Ott 2019/PalaDozza

Memorial Porelli: Virtus Segafredo Bologna – Fenerbahçe Sport Kulubu: 94 – 68

Virtus Segafredo Bologna – Fenerbahçe Sport Kulubu: 94 – 68

(Q1 31 – 7 / Q2 52 – 31 / Q3 72 – 55)

Virtus Segafredo Bologna: Gaines 16, Deri, Pajola 6, Baldi Rossi 7, Markovic 5, Ricci 3, Peterson, Cournooh 8, Hunter 18, Weems 15, Nikolic 2, Gamble 14
Coach: Djordjevic

Fenerbahçe Sport Kulubu: Tirpanci ne, Westermann, Mahmutoglu 11, Kalinic 3, Biberovic 7, Sloukas 9, Williams 6, Candan 4, Muhammed 11, Duverioglu 10, Datome 1, Stimac 6
Coach Obradovic

Arbitri: Tallon, Calella, Zaniboni

La gara. Ottimo primo quarto delle Vu Nere che non si fanno intimidire dagli avversari; con una grande prova di carattere, si portano in vantaggio meritatamente con il punteggio di 31 a 7  grazie alle triple di Weems, Gaines e con la grande regia di un ispiratissimo Markovic. Il pubblico apprezza, trascina e incita la squadra. Il Fenerbache è impreciso, sia dall’arco, che quando tenta di entrare in area, mentre l’asse Markovic, Weems, e Gamble funziona alla perfezione. Gaines ha la mano calda, Markovic continua a creare assist per i lunghi della Virtus, che non devono fare altro che schiacciare in rete. 52 a  31 per le Vu Nere. Primo tempo giocato quasi alla perfezione, i giochi in attacco funzionano e la difesa non soffre i propri avversari. Sirena e intervallo lungo.
Il secondo tempo si apre con Weems e Hunter che trovano punti e giocate che mandano in visibilio il PalaDozza. Una stoppata difensiva di Hunter fa esplodere il Palazzo in una ovazione. 64 a 41 per la Virtus, questo il punteggio al 25’ del match. Mahmutoglu trova 3 punti dall’arco ma le Vu Nere con Gaines restano avanti di + 20. La difesa regge gli attacchi, mentre Ricci e Gamble arrivano prendono tutti i rimbalzi in difesa. Una pallone spedito contro il tabellone da parte di Sloukas, rende alla perfezione il momento di difficoltà della squadra turca, costretta a rincorrere la Virtus. Weems spazza ogni tentativo di rimonta a 30’’ alla fine del terzo quarto. 72 a 55, sirena e partita che si prepara al suo ultimo atto. L’ultimo quarto vede la Virtus gestire in maniera magistrale il vantaggio, una canestro da 2 punti di Pajola riporta il vantaggio a + 20 per i bianconeri, 82 a 62. Sempre Pajola si costruisce altri 2 punti, penetrando in area e appoggiando al tabellone il pubblico gradisce la giocata. Coach Djordjevic concede gli ultimi 2 minuti anche a Deri e Peterson. Hunter con l’ultimo canestro fa registrare al tabellino 18 punti segnati, Top scorer del Match.
Sirena e partita finita. 94 a 68 per la Virtus. Il Memorial Porelli è bianconero, Markovic MVP della partita!