Prossima PartitaRatiopharm ULM vs Segafredo Virtus Bologna/25 Gen 2022it

LBF, 6^ giornata | Virtus Segafredo Bologna vs Dinamo Sassari: 97 – 71

Bologna, 06 novembre –

Virtus Segafredo Bologna vs Dinamo Sassari: 97 – 71
(Q1 27-18; Q2 51-40; Q3 83-56)

Virtus Segafredo Bologna: Hines-Allen 21, Pasa 2, Tassinari 2, Ciavarella 6, Tava 9, Barberis 6, Dojkic 24, Battisodo 6, Turner 14, Zandalasini 7.
Coach: Lardo

Dinamo Sassari: Orazzo 5, Dell’Olio 12, Moroni 8, Arioli 3, Patanè 2, Scanu ne, Shepard 18, Lucas 23, Pertile, Fara ne.
Coach: Restivo

Arbitri: Radaelli, Corrias, Attard.

 

Le ragazze di coach Lardo partono subito forte e si portano sul 7 a 0, immediata la reazione delle ospiti biancoblu che rimontano con Lucas e Shepard fino ad arrivare al -1 (7-6). La partita torna in equilibrio dopo 4′ dalla palla a due, Dojkic, Hines Allen e Turner riportano avanti le loro compagne, mentre dall’arco Sassari prova ad aggiustare la mira riportandosi così sul -4 a meno di 5′ dalla prima sirena (15-11).  La Dinamo, trascinata da Dell’Olio prova a rimenare a contatto delle V Nere che ora faticano a segnare, le ospiti toccano il -3  quando inizia l’ultimo minuto del primo periodo di gioco. Turner e Dojkic piazzano il break del 4 a 0, la lunga americana difende egregiamente su Shepard e in contropede segna l’ultimo canestro dei primo quarto. Sirena sul punteggio di 27 a 18 per Segafredo. Le bianconere provano a mettere il turbo fino a toccare il +10 (32-22), ma Sassari rientra in gioco con un’ottima Lucas toccando nuovamente il -3 (34-31), obbligando la panchina bianconera a chiamare il time out a 5′ dall’intervallo lungo. Gara in equilibrio, entrambe le squadre non riescono ad imporsi mai veramente l’una sull’altra, HInes-Allen mette i liberi del nuovo +5 (40-35), ma nonostante questo, la sfida non ha ancora un vero padrone quando amncano 3′ alla seconda sirena. L’asse Dojkic – HInes Allen funziona alla meraviglia e produce il break del +8 virtussino, Turner difende e attacca senza respiro, la vena realizzativa di Sassari si spegne e la Virtus termina questo secondo quarto di gara in maniera imperiosa. Il libero supplementare della play croata fissa il punteggio sul 51 a 40 per Bologna.

7 a 0 di parziale guidato da Turner e Hines-Allen, le V Nere scappano subito in questo inizio di terzo quarto, toccano il +18 e provano a controllare ora il ritmo della gara. Sassari non ci sta e risponde con Orazzo, ma Barberis e Dojkic spengono sul nascere ogni tentativo di rimonta, 62 a 44 il punteggio a 6’e 40” dalla terza sirena. Virtus che mantiene la doppia cifra di vantaggio, l’appoggio di Hines-Allen al ferro vale il +25 e obbliga coach Restivo ad interrompere il gioco a meno di 5′ dalla fine (72-47).  La fase finale di quarto è un moto perpetuo bianconero, la difesa virtussina non lascia passare nulla e davanti vengono concretizzati la maggior parte dei giochi in attacco. Barberis trova il canestro da quasi metà campo proprio sullo scoccare della sirena, punteggio di 83 a 56 Segafredo qui al Paladozza. La partita è indirizzata, la squadra di Coach Lardo tocca il +31 a 5′ dal termine, i tentativi di rimonta di  Sassari appaiono ormai privi di qualsiasi forza per impensierire le ragazze della Virtus. Giusto nel finale Tassinari e compagne mollano un po’ la presa, ma la vittoria ormai è ampiamente nelle mani virtussine.  Termina 97 a 71 per la Virtus Segafredo Bologna.