Prossima PartitaSegafredo Virtus Bologna vs Banco di Sardegna Sassari/6 Dic 2020

LBA, 9° giornata: Fortitudo Lavoropiù Bologna vs Virtus Segafredo Bologna: 71 – 91

Bologna, 22 novembre  –

Fortitudo Lavoropiù Bologna – Virtus Segafredo Bologna: 71 – 91
(Q1 22 – 25; Q2 41 – 47; Q3 58 – 67)

FORTITUDO: Banks 9; Mancinelli 2; Dellosto NE; Saunders 18; Fletcher 13; Palumbo; Fantinelli NE; Happ 17; Cusin; Withers 10; Totè; Sabatini.
Coach: Sacchetti

VIRTUS: Tessitori 2; Deri; Pajola 14; Alibegovic 10; Markovic 5; Ricci 9; Adams 13; Barbieri; Hunter 10; Weems; Teodosic 7; Gamble 11.
Coach: Djordjevic

Arbitri: Tolga Sahin, Denny Borgioni, Giacomo Dori.

Tutto pronto alla Unipol Arena, inizia il derby numero 109 di Basket City. Virtus e Fortitudo si affrontano subito a viso aperto, con i padroni di casa che si portano sul 9 a 5 con Withers. La tripla di Adams accorcia lo svantaggio iniziale, riportando a -1 la Segafredo. Saunders fa 2/2 ai liberi, Ricci trova il tiro da tre punti che riporta il punteggio in parità, 11 a 11. Adams lascia il campo a seguito di una botta alla schiena subita dopo un rimbalzo in difesa. Weems segna, Fletcher risponde. Entrano Teodosic e Pajola. Teodosic segna, Happ risponde per ben due volte presente portando sul +3 la squadra di Coach Sacchetti. Assist dietro la schiena di Teodosic per Ricci, e tripla che va a segno. Altro canestro di Teodosic per il +2 virtussino, Fletcher pareggia i conti. Primo time out della gara chiesto dalla panchina bianconera. Gamble lotta come un leone sotto le plance, segna e concretizza il gioco da tre; Saunders segna il -1. Hunter schiaccia il +3 ed è l’ultimo canestro del primo quarto. 22 a 25 per le V Nere. Break di 4 a 0 per la Fortitudo interrotto da Hunter, ma Fletcher trova l’appoggio del +1 biancoblu. Adams rientra in campo, nulla di grave per lui. Teodosic e Weems riportano sul la V Nera avanti con il punteggio, 28 a 30, quando mancano più di 6′ all’intervallo lungo. Tripla di Weems e time out richiesto dalla Fortitudo. Segafredo che conduce il derby avanti di 4 lunghezze. Due punti per Adams, la Virtus allunga con i liberi e in seguito si porta sul + 10 sull’asse Teodosic- Gamble. Tripla di Withers, 2/2 di Saunders che poco dopo riporta sul – 4 i suoi compagni, costringendo la panchina bianconera a chiedere il time out. 35 a 38 Virtus, quando mancano 3’alla fine del secondo quarto. Pajola è preciso e ai liberi fa 2/2, ma è la tripla messa a segno pochi istanti dopo, che fa felice tutta la panchina virtussina, 35 a 43 per i bianconeri. Altri tre punti per Fletcher, i giochi in attacco della Virtus non si concretizzano e la Lavoropiù torna pericolosamente a farsi sentire, -5. Termina il primo tempo, con le V Nere sempre in vantaggio di 5 lunghezze. Il punteggio, dopo 20′ di partita è di 41 a 47 Virtus.

Terzo quarto che si apre con la Virtus che attacca, segna e si porta sul +9 con Ricci e Pajola. Weems trova l’imbucata per Pajola che segna così il +11. Canestro di Saunders, Banks segna due punti, ma Gamble spezza il break avversario appoggiando a canestro. Happ trova i due punti di sottomano, Adams penetra nel pitturato ed infila in rete. La Fortitudo si appoggia sul lungo americano, che segna ma non concretizza il gioco da tre, 53 a 60 Virtus. Teodosic intercetta il pallone ed alza l’alley – oop per Hunter. Markovic segna il +11, Saunders blocca l’avanzata bianconera, tripla di Banks, ma Alibegovic corregge in rete il tentativo di Adams. 58 a 66 Segafredo quando mancano 35” alla fine del terzo periodo. Sempre Alibegovic protagonista, fa 1/2 ai liberi, ed è l’ultimo canestro del terzo quarto. Tripla di Markovic, schiacciata di Happ e tripla di Alibegovic, ultimo quarto che inizia in maniera spumeggiante. La tripla di Adams segna il +16 bianconero, costringendo Coach Sacchetti a chiamare il time out. Magia di Teodosic per Hunter, che schiaccia a canestro. Alibegovic segna da tre, 60 a 80 il punteggio alla Unipol Arena. Assist al bacio di Teodosic per Adams, tripla a segno. Happ lotta sotto le plance segna, ma Teodosic sforna l’ennesimo assist per i suoi compagni, questa volta per Gamble, canestro per il +21. Il derby si avvia alla sua fase conclusiva, Gamble schiaccia sempre su assist di Teodosic, 64 a 87 a 2′ dalla fine del derby numero 109.
La partita non ha più nulla da dire, la Segafredo si aggiudica il derby di Basket City! 71 a 91 Virtus il risultato finale.

Coach Djordjevic: Derby importantissimo, giocato in una maniera giusta, partendo dalla difesa, da lì abbiamo trovato la forza per chiuderlo anticipatamente con buone esecuzioni in attacco e qualche canestro facile in contropiede, che ci ha permesso di finirlo con questo margine. Ci siamo preparati bene, è mio obbligo e dovere ringraziare il mio staff, gli allenatori Fedrigo, Largo, Bjedov, Mijahjlovic e Tibiletti per aver preparato bene la squadra, spesso ci dimentichiamo quanto il loro lavoro è importante. Ovviamente i giocatori hanno eseguito bene i compiti assegnati, e in attacco ci siamo anche divertiti passandoci la palla in maniera molto bella.”

Teodosic: “Grande partita con tanta energia, siamo stati bravi ad aprire il campo e poi a chiudere la partita, in questo momento della stagione è importante riuscire a fare il nostro basket per bene. La chiave è stata la nostra energia. In questo momento della stagione la cosa importante era vincere, e questo è tutto.”

Pajola:Abbiamo corretto i piccoli errori difensivi fatti nel primo tempo, siamo riusciti ad allungare il vantaggio, è stata una bella vittoria. Non mi aspettavo di essere tra i migliori, eravamo pronti tutti a dare il massimo, sono contento che la squadra mi abbia aiutato a fare bene. Lavoriamo in settimana, poi in campo lo dimostriamo. I tifosi? Ci mancano tanto, un abbraccio a tutti loro, peccato non aver potuto vivere la solita atmosfera.”