Prossima PartitaTelenet Giants Antwerp vs Segafredo Virtus Bologna/28 Ott 2020

Final Four BCL: ecco il Brose Bamberg, avversario di domani

Il passato, anche recente, ne fa la squadra più titolata di Germania. In bacheca ci sono nove titoli nazionali, sei Coppe di Germania, cinque Supercoppe. Ma il Brose Bamberg, come la Virtus Segafredo, non vive di solo passato, e si presenta a questa Final Four di Basketball Champions League con tutta l’intenzione di esserne protagonista.

Nel “Round of 16”, gli ottavi di finale del torneo, la squadra tedesca ha avuto la meglio sui turchi del Banvit prima a Bandirma, in casa dell’avversario (79-81), poi facendo il bis in casa, sempre con uno scarto ridotto (88-85), dopo due sfide ad alta intensità. Nei quarti di finale, il capolavoro: il Bamberg ha estromesso dall’ultimo atto di questa edizione della BCL i campioni uscenti dell’Aek, ancora una volta dopo un faccia a faccia all’ultimo punto. Doppia vittoria in trasferta: i tedeschi ad Atene (67-71), i greci in casa del Brose Bamberg (67-69), con una differenza finale di 2 soli punti a favore della formazione tedesca.

Un team solido, che ha alle spalle nove partecipazioni all’Eurolega, quattro consecutive prima di questa stagione nella quale ha affrontato per la prima volta la Basketball Champions League, arrivando fino ad Anversa. Lo guida un coach italiano, Federico Perego, nel club dal 2014, a lungo assistente di Andrea Trinchieri sulla panchina della squadra dell’Alta Franconia, poi assistente di Ainars Bagatskis nella stessa ed infine capoallenatore in una stagione nella quale ha già vinto la Coppa di Germania.

Il Brose Bamberg porta sul campo giocatori di esperienza come Tyrese Rice, che ha vinto tanto in Israele (anche l’Eurolega 2014 col Maccabi) e in Germania, come Nikos Zizis, play-guardia già protagonista anche in Italia a Treviso e a Siena, come Ricky Hickman, play vincente in Turchia, in Germania, in Israele ed in Italia con l’Olimpia Milano (Supercoppa 2016 e Coppa Italia 2017). E ancora il capitano Elias Harris, Cliff Alexander, Bryce Taylor. Sarà, insomma, una sfida ad alta intensità. Contro una squadra fisica ed esperta. La Virtus Segafredo dovrà mettere in campo carattere, tenacia, fisicità. Coach Djordjevic sa che i suoi uomini sono pronti a battersi, in una di quelle sfide senza domani che possono portarli dritti all’atto finale di questa manifestazione. Nessuno si tirerà indietro.

(foto da www.championsleague.basketball/)