Euroleague, 10^giornata | Virtus Segafredo Bologna – Anadolu Efes Istanbul: 80 – 85
Prossima PartitaSegafredo Virtus Bologna LBF vs Fila San Martino di Lupari/25 Feb 2024iten

Euroleague, 10^giornata | Virtus Segafredo Bologna – Anadolu Efes Istanbul: 80 – 85

Bologna, 25 novembre –

 

Virtus Segafredo Bologna – Anadolu Efes Istanbul: 80-85
(1q 18 – 19; 2q 34 – 40; 3q 53 – 63)

 

Virtus Segafredo Bologna: Cordnier 5, Mannion ne, Belinelli ne, Pajola 5, Bako 1, Jaiteh 5, Lundberg 22, Hackett 6, Mickey 15, Weems, Ojeleye 15, Teodosic 6
All: Scariolo S.

Anadolu Efes Istanbul: Beaubois 19, Bryant 8, Ilyasoglu, Clyburn 21, Taylor, Pleiss 9, Micic 12, Mbaye 11, Polonara 2, Zizic 3, Dunston
Ataman E.

Arbitri: Javor D, Perez E, Shemmesh S.

 

Decima partita di Eurolega per la Virtus Segafredo Bologna che ospita i due volte campioni dell’Efes Istanbul . Inizio positivo quello della Virtus che trova subito due canestri da parte del duo francese mentre a rimbalzo difensivo è pronta a catturare i tiri vaganti di un’Efes che si affida molto alle invenzioni dei suoi uomini chiave. I turchi alzano l’intensità in difesa e provano il primo allungo, assorbito molto bene dalla Segafredo grazie ad una tripla di Pajola dal coefficiente di difficoltà elevatissimo, che consente di chiudere il primo parziale sul 18-19 in favore degli ospiti. Positivo anche l’inizio di secondo parziale per la Virtus che continua a produrre gioco ma faticando a trovare tiri puliti, arrivando spesso a conclusioni sporcate dalla difesa turca: dall’altra parte un Efes che pazienta nell’attacco alla zona bianconera portandosi sul 20-25 per poi essere raggiunta a metà parziale grazie ad una tripla di Ojeleye e un canestro nel traffico di Teodosic per il 25-26. Nella seconda metà del parziale è l’Efes a sbloccare la situazione, allungando inizialmente per poi subire il rientro della Segafredo che complice qualche disattenzione difensiva permette ai turchi di chiudere il parziale sul 34-40.
Nel secondo tempo la Virtus parte una volta ancora nel migliore dei modi con Hackett e Cordinier che riducono il gap, ma come avvenuto in precedenza l’Efes mette in vetrina i suoi talenti: prima Micic, poi Mbaye sembrano affossare il rientro bianconero ma una grande giocata di Hackett da tre punti costringe gli ospiti ad un time out sul 45-48 con ancora più di 6′ minuti da giocare.  Al rientro dal time out Clyburn colpisce da tre punti a cui unisce una penetrazione nell’azione successiva per il 45-53. Mbaye continua a punire la difesa della Segafredo da tre punti (9 punti nel solo terzo parziale, per 11 totali con ancora un quarto da giocare) contribuendo a scavare un solco di tredici lunghezze ad un minuto dal termine del terzo parziale, che si chiude sul 53-63. La Segafredo è chiamata alla rimonta nell’ultimo quarto, con Ojeleye a guidare la carica prima da oltre l’arco poi in penetrazione per un totale di 5 punti rosicchiati in poche azioni: l’Efes non rimane inerme e Beaubois risponde da oltre l’arco, cosi come Micic che riporta i Turchi sul 60-72. Tutto da rifare per la Virtus che usufruisce di un tiro libero e possesso dopo un fallo antisportivo su Teodosic, mandato a bersaglio, da cui scaturisce anche la successiva tripla di Mickey per il 64-72. Su palla recuperata da parte della Segafredo nella metà campo offensiva Lundberg realizza un tripla importantissima che vale il -5 sul 69-74, ma nell’azione successiva, Teodosic commette un fallo antisportivo e la reazione nei confronti degli arbitri gli costa l’espulsione, con l’Efes che usufruisce cosi di 3 tiri liberi, tutti mandati a segno, e ulteriore possesso. La Virtus trova energie ulteriori per la difesa con Lundberg che recupera un pallone e si invola solitario per la schiacciata del 74-77 con 1.30′ da giocare. Clyburn, dall’altra parte, sfida Cordinier in un uno contro uno e con un tiro da distanza siderale, trova il fondo della retina per il 76-80 a 30′ secondi dal termine. Palla in mano per la Segafredo e il solito Lundberg a sfidarare la difesa turca, trovando il pertugio giusto per il canestro del 78-80: il successivo fallo di Cordinier sulla rimessa, manda l’Efes in lunetta con due punti di vantaggio. Dalla linea della carità Beaubois che fa 2/2 costringendo la Virtus a trovare un tiro veloce con Hackett che vede il suo tentativo di penetrazione sputato dal ferro: di nuovo Efes in lunetta con 1/2 per il 78-83. Nonostante il 2/2 di Lundberg dalla lunetta la Virtus Segafredo si deve arrendere sul punteggio di 80-85.