Prossima PartitaBertram Derthona Tortona vs Segafredo Virtus Bologna/30 Ott 2021it

7DAYS EUROCUP, TOP 16, 6° GIORNATA: VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA VS JL BOURG EN BRESSE: 83 – 62

Bologna, 09 marzo –

 

Virtus Segafredo Bologna vs JL Bourg en Bresse: 83 – 62
(Q1 25 – 12; Q2 48 – 29; Q3 62 – 51)

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2; Abass 12; Pajola; Alibegovic 12; Markovic 8; Ricci 2; Adams 12; Belinelli 9; Hunter 2; Weems 7; Teodosic 2; Gamble 15.
Coach: Djordjevic

JL Bourg en Bresse: Benitez 2; Courby 5; Wright; Asceric NE; Pelos 8; Peacock 3; Scrubb 14; Omic 10; Vucevic 3; Andjusic 17.
Coach: Vucevic

Arbitri: Garcia, Kowalski, Tsaroucha

La partita.

Ultima partita di Top 16 per la Virtus Segafredo Bologna, che ospita il fanalino di coda Bourg en Bresse. Partita vivace, con le V Nere che conducono il gioco e si portano sul +6 dopo 4′ dalla palla due (11-5) obbligando Coach Vucevic ad interrompere il gioco per il primo time out della gara. Virtus che attacca, penetra in area e segna, mentre in difesa chiude tutti gli spazi alla JL. Abass segna, portando così a +10 i suoi compagni di squadra. Hunter trova ancora una volta Abass in area e successivamente schiaccia il +11 a meno di 3′ dalla prima sirena. Tripla di Alibegovic, tripla di Adams, la Segafredo allunga ulteriormente il proprio vantaggio andando sul +15, quando inizia l’ultimo minuto del primo periodo di gioco. Sirena e primo quarto che va in archivio sul punteggio di 25 – 12. Secondo quarto che vede la Virtus ancora protagonista con Alibegovic, sia da tre che da sotto le plance, a 7′ dalla fine del primo tempo, la panchina bianconera chiama il time out sul punteggio di 34 – 20. Bourg non ci sta, prova a rientrare in partita con le giocate di Scrubb e le penetrazioni di Andjusic ed accorcia lo svantaggio portandosi sul -10 a meno di 4′ dalla seconda sirena. Belinelli entra e segna subito in due azioni consecutive, ottima penetrazione in area di Abass, appoggio al tabellone che non ha fortuna, ci pensa Gamble che infila il tap-in vincente, 45 – 29 il parziale di gioco, la JL chiama il time out. A metà partita il tabellone recita +19, 48-29 Virtus.

58 -39 il punteggio a 5′ dalla fine del terzo quarto. La tripla di Markovic spezza l’impeto degli attacchi francesi riportando a +20 il vantaggio bianconero a 2′ 19” dalla terza sirena. Bourg riprende coraggio, penetra in area e con i liberi accorcia il divario tra la due squadre, inizia l’ultimo minuto di gioco. Abass si porta in lunetta e fa 2/2, ma Andjusic parte in contropiede ed appoggia il pallone del -11 biancorosso. Sirena e quarto in archivio con il punteggio di 62 – 51. Inizia l’ultimo atto di partita, la Virtus si porta sul +10 con Abass, Gamble lotta sotto le plance e segna, Weems trova il tiro dall’arco e poi appoggia al ferro il pallone del +15 per la Segafredo. Adams e ancora Weems sono delle spine nel fianco per la difesa di Coach Vucevic, mentre il numero 45 bianconero fissa il +22 obbligando Bress a chiamare il time out a 4′ e 19” dalla fine, sul punteggio di 78 a 56. La gara volge alle sue battute conclusive, 2/2 di Abass dalla lunetta, Omic risponde, la Segafredo accende di nuovo, e domina fino alla fine. Finisce 83 a 62, Virtus che vince la sedicesima vittoria consecutiva in EuroCup. Ai quarti di finale ci sarà Badalona.

 

Le parole di Coach Djordjevic nel post gara: “Essere 16-0 in Eurocup? E’ qualcosa di cui tutti nel club dovrebbero essere orgogliosi: i giocatori e noi. Ma è solo un piccolo passo verso obiettivi più grandi. Ora stiamo arrivando a un punto della stagione – quarti di finale e playoff – in cui dobbiamo davvero fare un passo avanti. Ma oggi c’è stato un ottimo atteggiamento difensivo. Badalona? E’ uno dei più grandi club con una delle più grandi storie. Ho un grande rispetto e quello che stanno facendo quest’anno è eccezionale perché hanno molti giocatori cresciuti nel loro vivaio, fin dalla squadra juniores. E questo è unico. Quindi ho un enorme rispetto. Sono una grande squadra, li conosco molto bene la squadra. Per noi saranno grandi quarti di finale.”

Le parole di Josh Adams nel post gara: “Siamo contenti del lavoro fatto fino a qui, ma non direi che siamo soddisfatti. Ci sono alcune questioni in sospeso dall’anno scorso e sono felice di farne parte. Ma non credo che ‘soddisfatti’ corrisponda a ciò che sentiamo in questo momento. Siamo felici ma, non siamo soddisfatti”.