Segafredo Virtus Bologna vs Promitheas

Segafredo Virtus Bologna vs Promitheas

vs

Dettagli

Data Ora League Stagione
6 Feb 2019 18:30 Champions League 2018-2019

Risultati

Squadra1234T
Segafredo Virtus Bologna2552738498
Promitheas2346648491

Riepilogo

VIRTUS: Punter 9, Martin 3, Moreira 12, Pajola 4, Taylor 12, Baldi Rossi, Cappelletti 6, Kravic ne, Aradori 16, Berti ne, M’Baye 20, Qvale 16. All. Sacripanti

PROMITHEAS: Hall 3, Lypovyy, Gkikas 12, Tsairelis 10, Geromichalos, Sandramanis 2, Saloustrous 9, Katsivelis 17, Meier 15, Ellis, Parks 16, Mantzoukas 7. All. Giatras.

Arbitri: Rosso, Zurapovic, Lucis.

Note: t2 V 24/42 P 25/48; t3 V 9/30 P 11/24; tl V 23/36; P 8/13; rimb. V 41 (10 off) P 43 (8 off).

 

Nell’ultima giornata della FIBA Champions League la Virtus Segafredo affronta la formazione greca del Promitheas Patrasso, con in palio il primo posto nel girone eliminatorio. All’andata, in un ambiente molto caldo, i bianconeri di coach Sacripanti disputarono una partita gagliarda, uscendo vincitori con il punteggio di 85-95 e ben 5 giocatori in doppia cifra.
Palla a 2 all’insolito orario delle 18:30, scelta voluta dalla FIBA per garantire la contemporaneità di tutti gli incontri di giornata: come sempre il pubblico di fede virtussina risponde presente e il palasport è caldo.

PRIMO QUARTO – In avvio Coach Sacripanti sceglie Taylor, Punter, Aradori, M’Baye e il Capitano Brian Qvale, opposti a Lypovyy, Tsairelis, Katsivelis, Ellis e Mantzoukas. Avvio favorevole ai greci, bravi a sfruttare i tagli di Katsivelis, ma Aradori risponde con un libero e un jumper.
La brutta notizia sono i 2 falli di Taylor dopo soli 2’53”, con Pajola subito in campo, chiamato a ripetere l’ottima prestazione di domenica scorsa contro Avellino. La Virtus reagisce molto bene, con un semigancio di M’Baye, una tripla di Punter e un canestro di Pajola, per il 12-8 dopo 4’ che costringe Coach Giatras al timeout.
La difesa bianconera allungata a tutto campo crea qualche problema in fase di impostazione ai greci, mentre in attacco giganteggia Qvale con 6 punti consecutivi, per il 18-12 a 4’10”.
Anche Pajola però commette il secondo fallo, ma i greci segnano solo un libero e sul capovolgimento di fronte M’Baye mette la tripla, 21-13 Virtus. Tsairelis in entrata fa 21-15, Pajola in percussione si guadagna due liberi, segnandone uno: 22-15 Virtus a 2’30”. Dopo un paio di azioni senza esito da ambo le parti arriva la tripla di Meier, seguita dal canestro di Parks, 22-20, ma M’Baye dall’angolo corona una grande circolazione di palla con la tripla del 25-20.
Ultima azione del quarto per i greci, Gkikas si prende la tripla e la segna…di tabellone (!!) a 3” dalla fine: 25-23 Virtus al primo mini riposo.

SECONDO QUARTO . In avvio di secondo quarto Meier impatta a quota 25, ma ancora M’Baye colpisce da oltre l’arco dei 6,75, seguito da un canestro in avvicinamento di Parks, 28-27 Virtus a 8’21”. Entra in campo anche Alessandro Cappelletti in cabina di regia, subito bravo in difesa, con Aradori a finalizzare in entrata, 30-27. Il pick and roll dei greci coglie un po’ impreparata la difesa virtussina, con Parks a procurarsi e realizzare due tiri liberi.
Moreira in post basso riapre egregiamente per Cappelletti che realizza la tripla del 33-29, ma Meier dimezza subito lo svantaggio per i propri colori da centro area. Tocca a Kelvin Martin far esplodere di gioia il PalaDozza con un’entrata delle sue, 35-31 a 6’.
Un gioco da 3 punti di Katsivelis fissa il punteggio sul 35-34, Aradori dalla media segna il 37-34, ma la tripla di Gkikas rimette tutto in parità, costringendo Coach Sacripanti a chiedere il minuto di sospensione a 4’16”. Ottima uscita dal timeout per la Virtus, con Moreira a convertire un gioco da 3 punti, 40-37 per i padroni di casa. Katsivelis in virata segna un bellissimo canestro, 40-39, Cappelletti dalla media realizza il 42-39, ma Parks schiaccia il 42-41. Ancora Cappelletti, molto aggressivo, attacca il ferro e si procura due tiri liberi, segnandone uno, 43-41. Parks batte Moreira, 43 pari, ma il lungo virtussino lo ripaga con la stessa moneta, segnando il 45-43 su rimbalzo offensivo. Ancora Moreira protagonista con il furto di palla e l’apertura per Punter, che segna da 3 punti subendo fallo, un gioco da 4 punti che vale il 49-43 a 1’30” e un’ovazione da parte del pubblico. Altra ottima difesa Virtus e Qvale finalizza in gancio, 51-43. Katsivelis però è indiavolato e dall’angolo segna la tripla del 51-46. Cappelletti attacca ancora con intensità e serve Qvale, che subisce fallo e in lunetta converte un libero, 52-46. Ultima azione del quarto per i greci, ma la Virtus difende bene e si va all’intervallo lungo sul punteggio di 52-46 per i bianconeri.

TERZO QUARTO – Si inizia con un’altra tripla dello scatenato M’Baye, 55-46, ma Tsairelis in avvicinamento segna il 55-48.
M’Baye attacca il ferro e si procura due tiri liberi, entrambi segnati e 57-48 Virtus. Taylor ruba palla e segna in entrata il canestro del 59-48, sul ribaltamento di fronte grande difesa di Punter e lo stesso Taylor segna la tripla del 62-48, con Coach Giatras a rifugiarsi immediatamente nel timeout, 7’52” al termine del terzo quarto. La difesa Virtus sale di colpi, Moreira lavora bene a centro area sul piede perno e si procura due tiri liberi, segnandone uno, 63-48.
Tsairelis segna in entrata il 63-50, spezzando un po’ l’inerzia a favore dei bianconeri, seguito da un tap in di Parks, 63-52, infine un canestro ancora di Tsairelis in transizione, 63-54. Tony Taylor in entrata riporta in doppia cifra di vantaggio la Virtus, 65-54 e recupera palla subendo uno sfondamento. Un po’ di confusione da ambo le parti, Parks segna dal gomito della lunetta il jumper del 65-56 a 4’30”.
La Virtus gioca in modo ragionato e va in post basso da Moreira, che subisce un fallo sul tiro e realizza entrambi i liberi, 67-56 Virtus.
Patrasso gioca molto bene, facendo circolare la palla in modo perfetto e il floater di Sandramanis è il giusto premio, 67-58.
Errore Virtus, canestro di Tsairelis, il vantaggio virtussino si assottiglia a 7 punti sul 67-60 e Coach Sacripanti decide che bisogna sistemare alcune situazioni, chiamando timeout a 2’24”.
Parks vince due importanti duelli individuali contro Moreira e in semigancio sinistro appoggia il 67-62. Grande azione difensiva di Punter che stoppa, Pajola spinge e serve Aradori libero per la tripla.
Pietro la scocca e la realizza, facendo uscire un urlo liberatorio ai tifosi, 70-62. Galvanizzata la Virtus recupera palla e ancora Aradori segna, questa volta in layup mancino, 72-62 a 43” e timeout per Coach Giatras. Altro fantastico recupero di Pajola che subisce fallo e segna un tiro libero, 73-62. Katsivelis in velocità buca la difesa e si procura due tiri liberi, sbagliandoli però entrambi. Ultima azione Virtus senza esito, a 2” dalla fine gli arbitri fischiano un fallo antisportivo ad Aradori sul terzo tempo da 7 metri di Saloustros, che segna due dei 3 liberi. La rimessa dei greci non ha esito e tra i fischi di rabbia dei tifosi bianconeri si va all’ultimo mini riposo sul punteggio di 73-64 per la Virtus.

ULTIMO QUARTO – Ultimi 10’, quelli che possono valere il primo posto, con Lubiana incredibilmente pari con il Besiktas a fine terzo quarto. Ambiente molto caldo a sostenere i propri beniamini, che però subiscono una tripla da Gkikas, 73-67. I bianconeri si appoggiano molto al post basso, Qvale li premia segnando il canestro del 75-67 e subendo fallo. Un fallo tecnico alla panchina costa ai greci un libero segnato da Aradori, poi Qvale finalizza il gioco da 3 punti, 77-67. La partita ora è molto maschia, contatti molto forti, Katsivelis segna due liberi, 77-69, quando si entra negli ultimi 7’ di partita. Qvale realizza ancora, ma Gkikas da 3 punti riduce lo svantaggio a 7 punti, 79-72. Patrasso ci crede, difende e Saloustros segna anche lui da 3 punti, facendo impazzire la sua panchina e costringendo Coach Sacripanti al timeout: 79-75 Virtus a 5’55”.
Tutti in piedi per le Vu Nere, serve l’ultimo colpo di reni, ma la tripla di Martin viene sputata dal ferro. Serve la difesa, Baldi Rossi stoppa e Martin subisce un prezioso fallo antisportivo. Dalla lunetta il toro in maglia numero 1 segna solo il primo, 80-75, poi la tripla di Taylor non coglie il bersaglio. Ultimi 4’, altra ottima difesa della Virtus, con Baldi Rossi favoloso. Taylor con una finta di corpo manda al bar il difensore e schiaccia imperiosamente, delirio al PalaDozza!
Ancora la difesa bianconera a dominare, Aradori di furbizia si procura un fallo con i greci in bonus, ma dei due liberi ne segna uno, 83-75 a 2’50”. Taylor e Martin tengono l’1 contro 1 perfettamente e Patrasso commette una sanguinosa infrazione di 24”. Il jumper di Baldi Rossi però non va a bersaglio e Mantzoukas da 3 punti tiene vive le speranze di Patrasso, 83-78.
Ultimo minuto, Taylor subisce fallo e dalla lunetta fa anch’egli 1/2, 84-78. Hall da 3 dimezza lo svantaggio, 84-81, Martin sfonda a 37” e gli ospiti hanno in mano la palla del pareggio! La tripla di Gkikas è sputata dal ferro, Aradori subisce fallo e va in lunetta a 22”, ma fa 0/2, incredibile! Timeout per Coach Giatras, la Virtus è in bonus e mancano 17” alla fine, ma non fa fallo e a 8” dalla fine viene punita dalla tripla di Meier, 84 pari! Timeout immediato per disegnare l’ultimo attacco. Martin effettua la rimessa, Moreira non riesce a consegnare palla a Taylor e prende un tiro fuori equilibrio che non ha l’esito sperato, overtime!

OVERTIME – Torna in campo Punter dopo molti minuti a sedere, la Virtus ha in campo lo starting five. Cominciano male i 5’ supplementari, infrazione di 3”, inerzia in questo momento nelle mani dei greci. M’Baye però recupera palla, Punter inventa un long two fantastico, 86-84. Hall serve Meier con un assist al bacio, 86 pari, ultimi 3’. Aradori segna in sospensione, la Virtus difende bene, ma l’apertura è disastrosa, un assist per Meier che imbuca la tripla, 88-89. Moreira in gancio riporta avanti la Virtus, 90-89, Tsairelis commette fallo di sfondamento su M’Baye e Moreira si procura subito due tiri liberi. Il pivot angolano segna una doppietta pesante, 92-89 Virtus a 90” dalla fine. Errore da 3 punti di Gkikas, altro fallo subito da Moreira, il quinto di Meier, a 1’07”. Il primo libero esce, il secondo pure, M’Baye recupera il rimbalzo, ma viene stoppato. Il giocatore in maglia 24 però si vendica con gli interessi, volando in cielo a stoppare Geromichalos, poi Taylor subisce fallo a 47”. Il play bianconero segna entrambi i liberi, 94-89, ancora Geromichalos sbaglia e M’Baye recupera il rimbalzo, subendo fallo.
2/2 ai liberi, 96-89 Virtus a 37”.
Altro errore di Patrasso e M’Baye schiaccia in maniera tonante, suggellando la vittoria Virtus e il primo posto nel girone!
Il canestro di Mantzoukas vale solo per le statistiche, finisce 98-91 e i bianconeri chiudono alla grande un girone da 10 vittorie e 4 sconfitte (tutte con scarto tra 1 e 3 punti) e negli ottavi di finale affronteranno una squadra quarta classificata.
Il primo posto è il giusto premio per i bianconeri.

(mc)