Baraldi racconta l’impegno di Segafredo per la Virtus

08/02/2017

Luca Baraldi, Amministratore Unico della Segafredo Zanetti Grandi Eventi, ha preso parte alla trasmissione “Sport Club” su èTv, andata in onda ieri notte e condotta da Jack Bonora, e non si è tirato indietro davanti alle domande riguardanti Virtus Pallacanestro, confermando l’impegno che l’azienda di Massimo Zanetti ha scelto di prendere nei confronti di una delle società sportive più gloriose d’Italia.

“La storia del dottor Zanetti parla chiaro”, ha spiegato Baraldi. “nello sport si è sempre posizionato in maniera vincente, e a lui vincere piace. Sono convinto che abbia voglia di dare anche alla città questa soddisfazione. Credo che per questo motivo non lesinerà nulla, in accordo naturalmente con gli altri soci. Di qui a qualche anno, ci poniamo l’obiettivo di tornare in Europa dalla porta principale”.

Chiara anche la visione del movimento basket, che secondo Baraldi “va riorganizzato a partire dai campionati, se si vuole che grandi aziende si impegnino e investano nel prodotto pallacanestro. E di questo parleremo anche col presidente della Federazione, che è un amico, e la nostra sarà una presenza attiva. La formula attuale va rivista, per esempio quest’anno anche per noi sarà difficile salire in Serie A, con una squadra che viene promossa su trentadue, anche se credo che si possa competere fino in fondo. Le due promozioni sono necessarie, anzi io sarei addirittura per portarle a tre”.

L’impegno a favore di Virtus Pallacanestro è evidente, assicura: “Per ora ci abbiamo investito un milione e mezzo, ma continueremo a pianificare soprattutto quando sapremo dove si giocherà la prossima stagione. Intanto, quest’anno abbiamo lasciato Formula Uno e Coni, e implementato molto il nostro investimento e la nostra presenza nel ciclismo. Per noi e per la nostra immagine, Virtus è un investimento importante. Ci crediamo, voglio che i tifosi lo sappiano. E sono certo che nel nostro percorso Pietro Basciano sarà un compagno di cammino prezioso: ha grande competenza, vorremmo che rimanesse vicino alla società”.

Rubrica: